Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

IL PRIMO MICROPROCESSORE: DAL CUORE ITALIANO

15/11/1971

IL PRIMO MICROPROCESSORE: DAL CUORE ITALIANO

Il 15 novembre 1971 Intel rilascia il primo microprocessore del mondo, con un singolo chip, il 4004, al prezzo di 200 dollari dell’epoca. Merito di un italiano. Il 29enne Federico Faggin che era stato assunto dal futuro colosso dell’informatica nell’aprile 1970. L’esperto di elettronica vicentino tre anni prima, alla SGS-Fairchild (oggi STMicroelectronics) di Agrate Brianza, aveva sviluppato la prima tecnologia di processo per la fabbricazione di circuiti integrati Metal Oxide Semiconductor. Per la sua preparazione era stato quindi inviato a lavorare in una azienda californiana della SGS-Fairchild, dove aveva contribuito alla messa a punto della Silicon Gate Technology, oggi in uso in oltre il 90% dei circuiti integrati. Faggin, giunto alla Intel, riuscì a portare a compimento in soli 9 mesi una commissione per dei chip di nuova generazione per delle calcolatrici da tavolo commissionato dalla società giapponese Busicom ma che gli ingegneri di Intel non riuscivano a portare a compimento a causa della complessità del lavoro richiesto. Faggin, consapevole di aver realizzato il primo microprocessore “general purpose”, nell’estate 1971 convinse la Intel a ricomprare dalla Busicom i diritti sul chip per 60mila dollari.

(© 9Colonne - citare la fonte)