Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

Brevettati i pattini
a rottelle a 4 ruote

4/1/1863

Brevettati i pattini <br> a rottelle a 4 ruote

Il 4 gennaio 1863 James Plimpton brevettava a New York i pattini a rotelle a quattro ruote. Paradossalmente l’invenzione, che ebbe subito un grande successo commerciale, bloccò i numerosi brevetti che a partire dal primo - quello del 1819 del parigino Petitbled - andavano sviluppando un modello di pattino in linea, quello che oggi è tornato a prendere il sopravvento. La storia ricorda infatti che il primo pattino, appunto in linea, venne inventato intorno al 1760 da un emigrante belga a Londra, John Joseph Merlin, afflitto dalla nostalgia per i laghi ghiacciati del suo paese. Nel 1863, quindi, James Plimpton stravolse il modo di concepire i pattini in linea inventando un pattino a 4 ruote con due coppie una a fianco all’altra (quad skate). Molte aziende, però, non abbandonarono il progetto del pattino in linea. Così, nel 1900, la Peck & Snyder brevettò un pattino a due ruote. Nel 1905, a New York, John Yay Young brevettò un pattino in linea con lunghezza regolabile. Nel 1910 la Roller Hockey Skate Company progettò un pattino a tre ruote lineari attaccate ad una scarpa in pelle e nel 1930 la Best-Ever-Built Skate Company produsse un pattino in linea con le ruote raso terra. Solo nel 1966, quando Scott Olson ne migliorò sia il design che la manovrabilità, i pattini in linea si riaffacciarono sul mercato.

(© 9Colonne - citare la fonte)