Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

CONTE: NESSUN PROBLEMA
SU REDDITO E QUOTA 100

CONTE: NESSUN PROBLEMA <br> SU REDDITO E QUOTA 100

E’ il premier Giuseppe Conte a scendere in campo, dopo giorni di fuoco per il governo su più fronti, per scongiurare e smentire nuovi e ulteriori contrasti all’interno della maggioranza di governo. A partire dai provvedimenti su reddito di cittadinanza e quota 100, che dovevano essere oggetto di un Consiglio dei ministri in programma per ieri ma infine rinviato. “E’ un tema complicato e ci stiamo lavorando da mesi, vogliamo farlo bene, stiamo prevedendo un sistema integrato e abbiamo differito alla settimana prossima perché stiamo acquisendo anche il parere della ragioneria: non significa che cui sia nessun problema, quello che interessa è la pubblicazione in Gazzetta ufficiale. Se noi facciamo tutte le verifiche prima lo pubblicheremo comunque in gazzetta tempestivamente” assicura il premier. L’altro caso scottante è quello della Tav, che divide Movimento 5 Stelle e Lega ma sulla quale, assicura Conte, “tutto il governo si esprimerà. C’è un lavoro istruttorio che è stato completato, io non l’ho ancora letto, lo studieremo tutti e definiremo un percorso di valutazione trasparente e comunicato ai cittadini. Noi abbiamo incontrato anche i soggetti coinvolti direttamente e le comunità locali, ora dateci il tempo di esaminare le valutazioni”. Non si è ancora placato invece lo scontro che ha visto direttamente protagonista Conte con il ministro dell’Interno Matteo Salvini, sulla ridistribuzione dei 49 migranti sbarcati alla fine a Malta dopo 19 giorni.  “Lunedì incontrerò il commissario Avramopoulos, così come farà Salvini e abbiamo all’ordine del giorno il ricollocamento dei migranti sbarcati a Pozzallo e Catania. E’ un tema che rimane sempre di attualità e visto che l’Unione Europea ha gestito lo sbarco maltese direttamente e questo ci fa piacere, adesso sta prendendo in mano anche questa situazione. La nostra linea di rigore non cambia, abbiamo considerato eccezionale questo caso ma vogliamo che tutti i paesi rispettino le regole”. Lo dice il premier Giuseppe Conte.

(Sis)

 

(© 9Colonne - citare la fonte)