Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

ROMA, MARINO: IL PD
CHIARISCA LA MIA VICENDA

ROMA, MARINO: IL PD <BR> CHIARISCA LA MIA VICENDA

Sulla sua assoluzione nella vicenda scontrini, l'ex sindaco di Roma, Ignazio Marino, intervistato da LabParlamento, punta il dito contro gli ex compagni del Pd: "Il Partito Democratico ha il dovere di rispondere ai romani e alle romane per aver destituito davanti ad un notaio un sindaco democraticamente eletto. Tutto per il volere del suo segretario, Matteo Renzi, che impedì il confronto in Assemblea Capitolina, davanti alle telecamere del nostro e di altri Paesi, e scelse di fuggire dall’etica della democrazia con i consiglieri comunali del Pd e quelli della destra che firmarono le dimissioni nello studio di un notaio", "è stata una pagina buia della nostra democrazia e di un partito che all'epoca era il primo in Italia e oggi, forse non a caso, ha perso consensi e non ha più la capacità di captare le istanze dei cittadini". (red – 15 apr)

(© 9Colonne - citare la fonte)