Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

Ostia Antica Festival, spazio alla comicita'

Teatro
Dai palchi più prestigiosi agli spettacoli di provincia, lo "Speciale teatro" presenta ogni settimana le novità in cartellone in giro per l'Italia. Tra classici della commedia e della tragedia, opere, One man show, cabaret e "prime", le rappresentazioni teatrali vengono anticipate attraverso una descrizione sintetica dello spettacolo, della sua scenografia e dei suoi autori e interpreti, oltre a un piccolo vademecum con le date e gli orari.

Ostia Antica Festival, spazio alla comicita'

OSTIA ANTICA FESTIVAL, SPAZIO ALLA COMICITÀ

In arrivo gli spettacoli comici di settembre in cartellone nella sesta edizione di Ostia Antica Festival (Parco Archeologico - Viale Dei Romagnoli 717 - Ostia Antica - Roma.) La rassegna che si svolge al Teatro Romano di Ostia Antica prevede tra le altre proposte un mese di settembre ricco di appuntamenti all’insegna della comicità. La rassegna è organizzata dal consorzio di imprese "Antico Teatro Romano" in collaborazione con il Parco Archeologico di Ostia antica.   Nel mese di settembre la rassegna Ostia Antica Festival prevede nel suo programma una serie di appuntamenti con una alcuni dei volti comici più amati del mondo del teatro e della tv. 

12,13,14 SETTEMBRE VALERIO LUNDINI IL MANSPLAINING SPIEGATO A MIA FIGLIA 

Valerio Lundini con il suo programma “Una pezza di Lundini” ha rinnovato il linguaggio della comicità televisiva italiana diventando un riferimento soprattutto tra i giovani.

Nel suo surreale show vivranno sketch improbabili, canzoni, giochi satirici di parole ed effetti speciali multimediali, il tutto presentato con suo inconfondibile stile. Sarà anche un’occasione per incontrare dal vivo il pubblico che ha iniziato ad amarlo e a seguirlo in tv e sui social. Tutte le date sono sold out.

 17,18 SETTEMBRE LILLO E GREG BEST OF

Lo spettacolo mette in scena un frizzante “varietà” che ripropone tutti i cavalli di battaglia della famosa coppia comica tratti dal loro repertorio teatrale, televisivo e radiofonico. Musica, sketch, poesie trailer… intrattenimento puro. Una miscela esclusiva ed esilarante che rappresenta il meglio di Lillo e Greg. La data del 17 settembre è sold out, biglietti disponibili per il 18 settembre.

 19 SETTEMBRE ANDREA PENNACCHI POJANA E I SUOI FRATELLI 

Andrea Pennacchi, uno dei punti cardine di Propaganda Live, la trasmissione di Diego Bianchi in onda su La7, propone una selezione dei suoi monologhi più celebri. Sul palco Pojana con tutte le sue fisse: le armi, i schei e le tasse, i neri, il nero, racconta storie del Nordest con un po’ di verità e un po’ di falsità mescolate per guardarsi allo specchio. (red)

 

 

VERBANIA, MICHELE MIRABELLA RACCONTA DANTE

 

 Continua il grande successo degli spettacoli dell’estate culturale del Centro Eventi Il Maggiore di Verbania che, dopo quasi un anno di chiusura, è pronto a “riaprirsi alla vita” e riaccendere i riflettori sul meglio della prosa, della musica, dell’opera e della danza. Sabato 11 settembre il Maggiore accoglierà l’ultimo appuntamento della rassegna dedicata a Dante Alighieri, in occasione del 700° anniversario della sua morte: Michele Mirabella racconterà Dante nello spettacolo “Ma misi me per l’alto mare aperto”. Sul palco, ad accompagnare la voce narrante di Michele Mirabella, ci sarà il duo “Saverio Mercadante” (Rocco Debernardis al clarinetto, Leo Binetti al pianoforte). Il “Professore” dallo stile accattivante della televisione italiana conduce gli spettatori in un coinvolgente percorso su Dante Alighieri. Un viaggio arricchito da molteplici riferimenti ad altri “grandi” della tradizione letteraria, che fa di questo spettacolo un vero e proprio excursus nella storia della letteratura italiana nei secoli. La narrazione, che si struttura nella forma di chiacchierata con il pubblico, si unisce alla lettura di alcuni passi immortali. La musica si snoda su un percorso di suggestioni suggerite dal Professore, dotato di un profondo “magnetismo comunicativo”.La proiezione delle immagini accompagna il percorso in un continuum di bellezza ed eleganza espositiva. (red)

 

L’OPERA DI ROMA RIAPRE CON IL BALLETTO NOTRE-DAME DE PARIS

 

Il 14 settembre alle 20.00 il Teatro Costanzi riapre al pubblico con Notre-Dame de Paris, balletto in due atti dall’omonimo romanzo di Victor Hugo, capolavoro di uno dei massimi esponenti del repertorio moderno, Roland Petit, che firma libretto e coreografia. Al Costanzi è andato in scena solo nel 1984 con il Ballet National de Marseille. Luigi Bonino, Direttore Artistico del Repertorio Roland Petit, lo riprende per la prima volta con il Corpo di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma, diretto da Eleonora Abbagnato. Ospiti d’eccezione Aigerim Beketayeva e Bakhtiyar Adamzhan (14, 16 e 18 settembre), entrambi Principal Dancer dell’Astana Opera. L’allestimento dell’Opéra National de Bordeaux e Opéra de Paris è quello della prima assoluta del 1965, con i costumi originali creati dal grande couturier Yves Saint Laurent e le scene sobrie ma monumentali di René Allio. Le luci sono di Jean-Michel Désiré. La musica di Maurice Jarre, su base registrata, è stata eseguita dall’Orchestra e dal Coro del Teatro dell’Opera di Roma nel concerto trasmesso in diretta su Rai Radio3 il 17 marzo 2021, durante la chiusura al pubblico. Sul podio il maestro Kevin Rhodes. Notre-Dame de Paris è stata la prima creazione di Roland Petit per l’Opéra di Parigi, un successo indiscusso fin dal suo debutto. Petit ne è stato protagonista, primo interprete in assoluto del ruolo di Quasimodo. Nel 1965 sul palcoscenico del Palais Garnier ha espresso la deformità di questo personaggio attraverso la danza. Con lui il celebre campanaro della cattedrale di Notre-Dame perde la gobba per trasformarsi in un ragazzo tenero e introverso, complessato perché ha subito un infortunio. Lui e gli altri due protagonisti, Esmeralda e Frollo, sono persone rifiutate dalla società perché diverse: in questo tema risiede la geniale opera di modernizzazione del coreografo francese e la drammatica attualità di questo balletto. “Racconta una bella e grande storia – diceva Petit del suo Notre-Dame de Paris – . Deliberatamente ne ho espunto l’aneddoto e la pantomima: mi auguro che svanisca il medioevo alla Viollet-le-Duc e che, per lo spettatore, resti soltanto la tensione tragica del capolavoro di Victor Hugo”. Il 14, 16 e 18 settembre, al fianco dei due guest d’eccezione, i Principal Dancer dell’Astana Opera Aigerim Beketayeva (Esmeralda) e Bakhtiyar Adamzhan (Quasimodo), danzeranno Alessio Rezza (Frollo) e Giacomo Castellana (Phoebus). Alle stelle della compagnia romana sono affidate le repliche del 15, 17 e 19 settembre: Susanna Salvi sarà Esmeralda, Michele Satriano Quasimodo, Claudio Cocino Frollo e Simone Agrò Phoebus. Il corpo di ballo è il popolo francese, un vero coprotagonista, un collante per i personaggi principali. Notre-Dame de Paris, dopo la “prima” di martedì 14 settembre (ore 20.00), torna in scena mercoledì 15 (20.00), giovedì 16 (20.00), venerdì 17 (20.00), sabato 18 (18.00), e domenica 19 (16.30). Il Corpo di Ballo sarà poi impegnato in Giovanna d’Arco. L'opera di Verdi, secondo titolo della speciale preapertura della stagione 2021/2022, andrà in scena dal 17 al 24 ottobre in un nuovo allestimento affidato alla lettura musicale di Daniele Gatti e alla visione scenica immaginifica di Davide Livermore.

 

ROMA: DA BRECHT A IBSEN, AL VIA LA RASSEGNA DI LETTURE APERTE AL PUBBLICO

Dal 17 al 25 settembre l’istituto Italiano di Studi Germanici, ente di ricerca vigilato dal Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, in collaborazione con Zip – Zone di Intersezione Positiva, organizza il Theatre/Teatro – Letture all'aperto, diretto da Roberto Di Maio (viale Adolfo Leducq – Roma). Una rassegna di teatro, narrativa e musica dove gli assoluti protagonisti saranno i testi memorabili che hanno fatto la storia del teatro. Attori, musicisti, studiosi ed esperti di letteratura tedesca e nord europea per due weekend regaleranno al pubblico un'occasione unica che gli permetterà di visitare gli spazi interni all'Istituto, come il Casino Nobile a Villa Sciarra. Cinque serate imperdibili nate per avvicinare il pubblico ai testi indimenticabili regalando una fruizione emozionante e diretta, in una cornice d’eccellenza che affaccia sul panorama più bello di Roma. I testi teatrali di alcuni dei maggiori drammaturghi del XX secolo come Brecht, Ibsen, Schiller, Schnitzler saranno raccontati e contestualizzati dai maggiori esperti in materia come Luca Crescenzi,Germanista e traduttore nonché presidente dell’Istituto, Francesco Fiorentino, Germanista, Bruno Berni, Scandivanista, ed Elisabeht Galvan,Germanista, e interpretati da attori e musicisti di grande spessore. Si apre il 17 Settembre con La Maria Stuarda di Schiller narrata da Luca Crescenzi, interpretato dalle attrici Antonella Britti e Federica Marchettini. La serata sarà aperta dal giovane musicista Giulio Tosti organista di esperienza internazionale diplomato con lode e menzione d'onore presso il Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli. Il 18 Settembre Bianca Nappi e Manuela Mandracchia daranno voce ai Dialoghi di Profughi di Brecht. Domenica 19 settembre Peer Gynt di Ibsen portato in scena da Ruben Rigillo, Caterina Bertone e Federico Passi. Riccardo Floris e Beatrice Fedi sono i protagonisti di Girotondo di A.Schnitzler mentre la rassegna si chiude il 25 settembre con Francesco Bonomo e Giorgia Salari con la lettura de I Masnadieri di F. Schiller mentre il 25 settembre la rassegna si chiude con con  L’allestimento scenico è curato dal regista Roberto di Maio, che per l’occasione realizzerà un’installazione Site Specif visitabile per tutta la rassegna. Non mancherà l'Opening di benvenuto a cura dell’azienda vinicola Casale del Giglio.(red)

ROMA, AL VIA LA NUOVA STAGIONE DEL TEATRO LO SPAZIO

Spazio allo Spazio New Edition è il claim dal quale ri-parte la nuova stagione del Teatro Lo Spazio, nel cuore del quartiere San Giovanni a Roma. Una stagione variegata, dinamica, innovativa, che ricalca la programmazione del 2021, interrotta a causa della pandemia, e si arricchisce di interessanti novità per una inedita ed esclusiva edizione che va ad esaltare un luogo completamente moderno e polifunzionale, non convenzionale, in cui poter esplorare proposte artistiche differenti tra loro, che abbracciano generi diversi, accomunati però dalla qualità artistica e raffinatezza stilistica. Come sottolinea il direttore artistico Manuel Paruccini:”Mi piace pensare che questa nuova stagione sia una avventura avvincente, dominata dalla passione e dall’istinto creativo, parole chiave di una programmazione che vuole essere un faro, una luce  abbagliante, dopo il buio che abbiamo vissuto.”Una cartellone “caleidoscopico”, che percorre traiettorie e generi diversi con uno sguardo rivolto in particolare alla nuova drammaturgia, alle nuove spinte creative, ai giovani talenti e non solo, pronto a soddisfare tutti i gusti e le esigenze, tra svago, intrattenimento, riflessione, classici, musical, drammaturgia contemporanea, teatro d’innovazione, commedia, musica dal vivo, danza, formazione e tanto altro. Trentacinque gli spettacoli in programma, che vedranno protagonisti volti noti del panorama teatrale italiano insieme a giovani promesse. Debutti assoluti, regie e testi inediti con una forte attenzione alla realtà che ci circonda.  Tanti i nomi che si susseguiranno, tra interpreti e registi, da  Gianni De Feo, Pino Ammendola, Massimiliano Vado, Benedicta Boccoli, Claudio Batosso, Marcello Cotugno, Elena Arvigo, Attilio Fontana, Emiliano Reggente, Mauro Toscanelli, Leandro Amato, Federico Le Pera, Giulia Fiume, Cinzia Maccagnano, Riccardo Castagnari, Davide Nebbia, Luca Gaeta, Antonio Mocciola, Valentina De Giovanni, Fabio Pasquini, Francesco Maccarinelli, Maria Carolina Salomè, Marzia Ercolani, Daniele Trombetti, Daniele Locci, a David Marzi, Serena Borrelli, Luca Trezza, Giuditta Cambieri, Annalisa Favetti, Massimo Odierna, Elisabetta Mandalari, Viviana Altieri, Sara Putignano, Diego Parlanti, Francesco Petruzzelli, Iris Basilicata, Michele Enrico Montesano, Francesca Romana Picardi. A questi si affiancherà uno Spazio oltre, un fuori stagione che prevede gli appuntamenti speciali con le “Incoronate comiche”, dedicati alla stand up comedy, in cui ogni mese attrici e attori a sorpresa sperimenteranno nuovi monologhi comici, accessibili anche ai non udenti, e uno Spazio Musica, curato da Domenico Capezzuto, dedicato alla musica dal vivo e al teatro canzone. Novità assoluta Spazio alla parola, a cura della professoressa e autrice di libri per ragazzi Laura Baldazzi e del direttore artistico Manuel Paruccini: un percorso per sostenere e diffondere la passione per la letteratura classica e riscoprirne l’attualità. Il progetto avrà cadenza settimanale, ed è volto principalmente ai ragazzi tra i 14 e i 25 anni, i quali avranno modo di scoprire la letteratura nelle sue diverse forme, le abitudini di lettura, la narrazione e il mondo digitale.

GLI SPETTACOLI Apre la stagione, il 7 ottobre, “Il rimpiazzo”, scritto e diretto da Federico Le Pera. Per la prima volta in Italia, un  debutto assoluto per un racconto avvincente, verosimile, dalle tinte comedy e spunti romantici, liberamente tratto dal romanzo “Il Sostituto” di D. Nicholls, con Kabir Tavani, Eugenio Mastrandrea e Giulia Fiume. Segue, dal 21 al 31 ottobre, Il meccanismo del capro espiatorio “Sulfurea” di Giusi Checcaglini con la regia di Fabio Grossi, un  perverso gioco tra il Diavolo e l’uomo, tra due intelligenze con ansia di potere l’uno sull’altro. (red- 10 set)

 

(© 9Colonne - citare la fonte)