Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

DISOCCUPAZIONE CALA
ALL'11,2% NEL 2017

DISOCCUPAZIONE CALA <BR> ALL'11,2% NEL 2017

Il 2017, nel complesso, si caratterizza per un nuovo aumento dell’occupazione – sia nei valori assoluti sia nel tasso – che coinvolge anche i giovani di 15-34 anni. Inoltre, al forte calo dei disoccupati si associa la diminuzione del numero di inattivi. Lo rende noto l’Istat. Dal lato dell’offerta di lavoro, nel quarto trimestre del 2017 l’occupazione presenta una lieve crescita congiunturale (+12 mila, 0,1%), dovuta all’ulteriore aumento dei dipendenti a termine (+57 mila, +2,0%) a fronte del calo di quelli a tempo indeterminato (-25 mila, -0,2%) e degli indipendenti (-20 mila, -0,4%). Il tasso di occupazione cresce di 0,1 punti rispetto al trimestre precedente arrivando al 58,1%. I dati mensili più recenti (gennaio 2018) presentano, al netto della stagionalità, un lieve aumento del numero di occupati rispetto a dicembre 2017. Per il terzo trimestre consecutivo, con maggiore intensità, diminuisce il numero di disoccupati la cui stima scende a 2 milioni 914 mila unità (-247 mila in un anno, -7,8%); il calo è concentrato tra gli ex-occupati, ossia tra chi aveva un’occupazione. Il tasso di disoccupazione scende all’11,2% (-1,0 punti); la diminuzione coinvolge entrambi i generi ed è particolarmente intensa per i giovani. Nel quarto trimestre 2017 si stima la presenza di 1 milione 667 mila persone in cerca di occupazione da almeno 12 mesi (-119 mila, -6,7%); l’incidenza di questo gruppo sul totale dei disoccupati sale al 57,2% (+0,7 punti in un anno) in ragione della diminuzione più intensa del numero di disoccupati di breve durata (-10,4%). (Red - 13 mar)

(© 9Colonne - citare la fonte)