Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

IPOTESI MEDIAZIONE VATICANO
TRA LA RUSSIA E L’UCRAINA

IPOTESI MEDIAZIONE VATICANO <br> TRA LA RUSSIA E L’UCRAINA

Il Vaticano è disposto a svolgere un ruolo di mediazione nel conflitto russo-ucraino, che potrebbe essere valutato positivamente anche dalla Russia. Papa Francesco ne parla in una intervista ad America, la rivista dei Gesuiti, spiegando che “la posizione della Santa Sede è cercare la pace e cercare una comprensione. La diplomazia della Santa Sede si sta muovendo in questa direzione e, ovviamente, è sempre disposta a mediare”. E a stretto giro di posta il Cremlino risponde, tramite il portavoce Dmitry Peskov, dichiarandosi “favorevole a una mediazione del Vaticano tra Mosca e Kiev sulla guerra in corso”. L’intervista di Papa Francesco però ha suscitato dalle parti di Mosca anche reazioni negative, per via di un altro passaggio in cui il Pontefice mette decisamente in chiaro qual è la sua posizione circa le responsabilità della guerra. “Quando parlo dell'Ucraina, parlo di un popolo martirizzato. Se hai un popolo martirizzato, hai qualcuno che lo martirizza. Quando parlo dell'Ucraina, parlo della crudeltà perché ho molte informazioni sulla crudeltà delle truppe che entrano”.

Il Papa va perfino nel dettaglio. “In genere, i più crudeli sono forse quelli che sono della Russia ma non sono della tradizione russa, come i ceceni, i Buriati e così via. Certamente, chi invade è lo stato russo. Questo è molto chiaro. A volte cerco di non specificare per non offendere e piuttosto di condannare in generale, anche se è risaputo chi sto condannando”. E alla domanda del perché non citi mai Putin, il Papa coclude: “Non è necessario che metta nome e cognome, è già noto. Tuttavia, a volte le persone si attaccano a un dettaglio. Tutti conoscono la mia posizione, con Putin o senza Putin, senza nominarlo”.  Parole che però hanno suscitato la dura reazione della portavoce del ministero degli Esteri Maria Zakharova, secondo le dichiarazioni del Papa “non sono più russofobia, questa è una perversione, non so nemmeno a che livello”.

(© 9Colonne - citare la fonte)