Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

DE FALCO: FUI ESPULSO
PERCHE’ ANTI-CONDONO

DE FALCO: FUI ESPULSO <BR> PERCHE’ ANTI-CONDONO

Il Corriere della Sera intervista l’ex senatore Gregorio De Falco, il quale afferma di essere stato espulso dal Movimento 5 Stelle “A causa della mia contrarietà” all’abolizione del “’richiamo esclusivo’ alla legge 47/85 Craxi-Nicolazzi che ha aperto una vera e propria autostrada per i condoni. Le due leggi di condono successive erano meno permissive. Ma dopo il condono Conte si è obbligati ad applicare non quelle ma la norma che aveva maglie più larghe per l'abusivismo”. Conte dice che non è un nuovo condono. Ha torto? “Sì, perché è vero che la norma già esisteva. Ma il condono è nuovo. La legge Craxi-Nicolazzi era stata in parte superata. Dire che bisogna seguire una legge vecchia, che in parte non esiste più, è come vararla di nuovo. Come se, surrettiziamente, avessimo riaperto i termini per il condono”. (30 NOV - deg)

(© 9Colonne - citare la fonte)