Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

NASCE ALBERT CAMUS

7/11/1913

NASCE ALBERT CAMUS

Nasce il 7 novembre 1913 a Mondovi (Dréan), nell’Algeria francese, uno dei più grandi scrittori del Novecento: quell’Albert Camus che lascerà il segno anche nella filosofia e nella saggistica. Suoi alcuni capolavori assoluti quali “La peste” e “Lo straniero”, ma vanno ricordate anche opere teatrali quali “Caligola” e “Il malinteso”. Nel periodo della guerra civile spagnola Camus aderì al partito comunista, ma tornerà sui suoi passi dopo il secondo mondiale, nel corso del quale si unì alla cellula partigiana Combat per la quale curò numerosi articoli per l'omonimo giornale clandestino. Nel dopoguerra, come detto, Camus si svincolò da ogni impianto ideologico criticando tutto quello che poteva allontanare l'uomo dalla sua dignità: lasciò il posto all'Unesco a causa dell'entrata nell'Onu della Spagna franchista così come fu tra i pochi a criticare apertamente i metodi brutali del governo sovietico in occasione della repressione di uno sciopero a Berlino Est.

(© 9Colonne - citare la fonte)