Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

Sardine, piccolo pesce
molto popolare

Sardine, piccolo pesce <br>molto popolare

di Paolo Pagliaro

Ci sono opinioni e previsioni diverse sul futuro delle Sardine. E sono diversi anche i giudizi sulla loro natura più o meno effimera, come si può vedere dai brevi saggi raccolti dalla Luiss nel volumetto firmato da Emiliana De Blasio, Francesco Giorgino, Marco Mazzù e Giovanni Orsina. I quattro autori indagano il fenomeno con gli strumenti della comunicazione politica, della storia, della politologia e del marketing.

Tra le analisi meno scontate del fenomeno si segnala poi quella di Fulvia Antonelli sulla rivista Gli Asini, diretta da Goffredo Fofi. Qui si spiega cosa sia il flashmob nella tradizione soprattutto americana: una cosa artigianale, leggera, accessibile a tutti e un po’ “smart” come si dice di questi tempi.
Perché un flashmob funzioni occorre un simbolo, in questo caso le sardine. Un pesce piccolo, alla base della catena alimentare, popolare, che si muove in branco, la cui sagoma è facilmente riproducibile. E occorre un avversario, qui da noi individuato nei toni e nel livello della politica attuale, di cui Salvini è il più rocambolesco esponente: uno che si presenta come uomo del popolo; feticista delle divise; che dice sempre “gli italiani pensano”, “gli italiani dicono”, “gli italiani vogliono”.
Ed è la ragione per cui il primo impegno delle sardine è stato quello di riportare gli italiani alle urne, per vedere cosa davvero volessero. In Emilia Romagna gli italiani hanno detto che non volevano Salvini, e per il momento forse alle Sardine potrebbe bastare.

(© 9Colonne - citare la fonte)