Agenzia Giornalistica
direttore Paolo Pagliaro

IL GREEN PASS PIACE
ANCHE A CONFINDUSTRIA

IL GREEN PASS PIACE <BR> ANCHE A CONFINDUSTRIA

Green pass per entrare in palestra, al cinema, sui mezzi pubblici. E anche in azienda. La mail riservata inviata dalla direttrice di Confindustria Francesca Mariotti ai direttori del sistema - e poi pubblicata da Il Tempo — ha reso note le richieste di viale dell'Astronomia al governo. “Non capisco queste polemiche - commenta Enrico Carraro, presidente di Confindustria Veneto in una intervista al Corriere della Sera -. E non capisco la sorpresa. Forse chi lavora in un'azienda non ha diritto alla tutela della propria salute? Un anno fa non avevamo i vaccini. Oggi per fortuna ci sono. Le aziende sono comunità di persone che vivono a stretto contatto. La salute di tutti va tutelata. E poi non possiamo rischiare di trovarci nella stessa situazione di un anno fa al ritorno dalle vacanze. Green pass e vaccini sono le nostre armi contro la pandemia”, "si potrebbe anche valutare per alcune aziende e non per altre. Si potrebbe tenere conto dei settori e dell'eventuale possibilità di garantire la sicurezza in altro modo. Ma il green pass in azienda non deve essere un tabù”. Evidenzia quindi che il protocollo sulla sicurezza firmato da Confindustria e Cgil, Cisl e Uil “ha funzionato bene. Ma credo che la via maestra su una questione come questa sia l'intervento del governo con un provvedimento ad hoc”. Nella mail si parla di allontanare senza stipendio I lavoratori senza green pass a cui non si riesce a trovare una diversa mansione: è d'accordo? “Non possiamo allontanare i lavoratori senza green pass perché non avremmo altri addetti con cui sostituirli”. Rendere obbligatorio il green pass migliorerebbe anche i risultati delle imprese oltre a tutelare la salute di chi ci lavora? “In molti ambiti sì. Pensi a un lavoratore in trasferta, se è vaccinato e può muoversi liberamente, tutto diventa più semplice. E poi si ridurrebbe la circolazione del virus. Ma, lo ripeto, la prima ragione per introdurre una misura del genere è tutelare la salute”. (22 LUG - red)

(© 9Colonne - citare la fonte)